Dedicato alla memoria di Yoshinobu Nishizaki

Yamato 2199. Giugno 2013














Mentre in Italia proseguono imperterrite le repliche delle prime tre storiche serie: su RTP ReteDue Sicilia dal lunedì al venerdi alle 17.30, 20.00 e su RL TV (Lazio) tutti i giorni alle 7.00, 19,15, diamo un'occhiata a quello che avviene in Giappone in questi giorni.
Il  capitolo 5 “Il dolore dello spazio intergalattico”, quinto film di montaggio di Yamato 2199 che racchiude gli episodi dal 15 al 18, è stato proiettato in via ufficiale in 12 sale cinematografiche del Giappone il 13 Aprile.
La notte del 12, però, come già accaduto per le precedenti uscite, gli iscritti al fan club Yamato Crew Premium hanno assistito alla proiezione in anteprima in una delle sale di Tokyo, Osaka e Nagoya.
La mattina del 13 erano già disponibili all’uscita/entrata delle sale i prodotti esclusivi legati alla saga, tra i quali la serie di tre manifesti (due dei quali già inseriti da me nel precedente post di Maggio) nei quali si apprendeva, come già anticipato, che il capitolo 6 sarebbe arrivato il 15 giugno, mentre il 7 il 24 agosto.
L’edizione limitata dei blu-ray in prevendita quel giorno includevano come extra, il libretto con gli storyboard dell’episodio 15: le scene di battaglia tra la Yamato e Domelus III, i sottotitoli in inglese, immagini esclusive, un'intervista a Mitsuru Kashiwabara e le anticipazioni degli episodi precedenti.
Questo è il materiale che sarà contenuto anche nellla versione in Blu-ray e DVD del 28 maggio escluso il libretto con gli storyboard.
Dei modelli e dei vari gadget in uscita nei prossimi mesi abbiamo già parlato nel post precedente.
Da aggiungere all’elenco è la conferma dell'uscita dei modelli di Hilde Shulz e di Yuria Misaki, mentre per Bandai, l'uscita del kit in scala 1/1000 della Pormelia Class Astro Assault Carrier di Hidetaka Tenjin e l’annuncio dell’uscita, per Agosto, del modello dell’ammiraglia gamilonese con il missile perforante.






12 Aprile






Anche questa volta, in occasione della prima cinematografica allo Shinjuku Picadilly Cinema, l’onnipresente regista Izubuchi ha rilasciato un’intervista ai fan presenti in sala.
Questa volta, ahime, non è stato accompagnato dal doppiatore del generale Domel (come speravo) ma da 2 dei doppiatori dello squadrone dei Cosmo Tiger..ops.. pardon.. dei Cosmo Falcon: si tratta di: Yoshimasa Hosoya, voce di Kato (Conroy ed Star Blazers) ) e di Daisuke Hirakawa, voce di Shinohara (il vice di Kato e personaggio new entry in quanto mai apparso nella serie classica).
Kobayashi è stato il primo quella mattina a prendere il microfono e a parlare del suo personaggio e del rapporto un pò vivace tra questi e la bella di turno Rei Yamamoto.
Dopo i complimenti di rito, il regista Izubuchi, ha parlato dei brillanti risultati ottenuti dalla trasmissione in tv dei primi 2 episodi dell'anime.
A questo proposito, Izubuchi ha approfittato per dare un po’di cifre: il 5,8% circa di audience raggiunto in tutto il Paese, sottolineando, tra gli applausi del pubblico, che nella sola Hokkaido lo share aveva raggiunto l'8,8%.  
Izubuchi si dice soddisfatto della produzione in generale, del riscontro positivo che i giornali e le riviste specializzate del settore hanno dato alla nuova produzione e dei risultati ottenuti al cinema e in tv e ha affermato di aver mantenuto, come regista, il giusto equilibrio tra dramma umano e scene di azione (e di fan service aggiungo io..): tutto amalgamato come la situazione richiedeva.
nota. Il secondo episodio ha avuto come sigla finale (video in basso), la canzone di Mika Nakashima, il cui singolo uscirà il 22 maggio, mentre il design della sigla è stato curato e progettato dal grandissimo Kia Asamiya.



video





Prossime Uscite Video e Musicali






Rimandendo in tema musicale e di Home Video, vediamo che le uscite previste nei prossimi mesi sono davvero numerose:
Dopo l'uscita del cd che racchiude 4 versioni del tema iniziale della sigla: una strumentale e altre in versioni con voci maschili  e femminili, per il 22 maggio troveremo subito 2 uscite: il Sound Almanac del 1980 contenenti le bgm del film Yamato Per Sempre e  il cd singolo: Yamato 2199 TV series end theme.
-Il 12 Giugno il cd con le bgm del Capitolo 5 di Yamato 2199.
-Il 26 Giugno il volume 2 di Yamato 2199 OST con i restanti 40 (circa..) brani scritti e riarriangiati da Akira Miyagawa e il volume 2 di  YRA/Radio Yamato, con le registrazioni delle puntate di Radio Yamato trasmesse sulla rete internet radio Onsen.
nota. Come descritto brevemente nel post di Gennaio, la trasmissione radiofonica è uno spettacolo di varietà settimanale con protagonisti e co-conduttori Aya Uchida e Cho, rispettivamente i doppiatori di Yuria Misaki e di Analyzer.
-Il 10 Luglio esce il singolo con la sigla finale del sesto film di Yamato 2199.
-Il 24 Luglio il Sound Almanac del 1982 vol II, III e il Blu-ray “Space Battleship Yamato Music Video”.








Ecco la trama del film n 5 in Home Video dal 28 di Maggio.




  
Malconcia ma indomita, la Yamato dirige verso Beemera, (Beeland nella Serie 1 del ’74: il pianeta degli uomini ape) per fare rifornimento.
Ignara del destino che l'attende, la Yamato cade nella trappola del generale Domel: lo scontro tra la nave terrestre e la flotta gamilonese è inevitabile.
Dopo una dura battaglia, la Yamato riesce a danneggiare l’ammiraglia di Domel, (il Domelaze III), ma nonostante tutti gli sforzi, la corazzata terrestre è in procinto di soccombere, quando improvvisamente, Domel riceve una comunicazione da Hiss (Kript) che gli comunica che Dessler è morto in un attentato!!
Secondo quanto comunicato dallo stesso Hiss, il Supremo stava dirigendosi verso Balan con la sua nave, la Deusler I, quando questa improvvisamente è esplosa.
Domel è così richiamato su Gamilas e costretto a ritirarsi e a lasciare lo scontro in sospeso.

Yamato Vs Domelaze III

L'ammiraglio Ditz, padre di Melda e lo stesso Domel sono subito accusati di essere a capo del complotto!! Come nella Serie 1, Domel è condotto davanti al consiglio dei giudici di Gamilas.
Con gli alti ufficiali fuori dal gioco, Zoellik, vera mente di tutto, (ma non è escluso che il mandante sia in realtà un altro) prende il controllo dell'Impero.
Le sue prime direttive? Proibire l'ingresso nell'esercito ai cittadini di seconda classe (ovvero le razze inferiori) e ammettere solo i gamilonesi puri.

Dessler durante l'esplosione
della sua ammiraglia
Mentre su Gamilas è il caos, la Yamato salvata da questo nuovo avvenimento, deve affrontare però una nuova crisi: durante le riparazioni allo scafo esterno, Enomoto trova il capitano Avatar riverso a terra privo di conoscenza.
Le condizioni di salute dell’anziano capitano si aggravano e l’equipaggio è in apprensione. Kaoru, intanto, cerca di avvicinare Shima.
La Yamato giunge su Beemera.
Gli strumenti di bordo rilevano che il pianeta ha un ambiente molto simile a quello della Terra, il posto giusto dove ridar vita al "Progetto Izumo".
Una squadra di esplorazione composta di Wildstar/Kodai, Yuria, IQ9/Analyzer, Hirata e altri è inviata per esplorare il pianeta.
La scoperta di un pianeta simile alla Terra porta Kaoru Niimi ad insistere con Sanada affinché il primo progetto sia ripristinato.

La Yamato su Beemera
Sanada, posto temporanemanete al comando, si oppone, Valutando le obiezioni del vice capitano, Ito non esita ad iniziare una rivolta armata a bordo della nave.
Mentre Makoto veglia sul capitano Okita, la plancia di comando è occupata dai rivoltosi.
Raggiunto il pianeta, il piccolo distaccamento è “accolto” da forme di vita locale (da un insetto gigantesco che non gradisce la loro presenza).
Costretto a fuggire in una foresta, il piccolo reparto trova i resti di una nave iscandariana precipitata lì (forse abbattuta) 400 anni prima.
Il relitto custodisce al suo interno un nucleo a onde moventi identico a quello portato da Sasha (e che si trova nel motore della Yamato) ancora funzionante.
nota. In questa porzione d’episodio, ritroviamo una primissima fetta della sceneggiatura scritta da Fujikawa nel 1973, dove il relitto di una nave spaziale proveniente da Iscandar era rinvenuto dai terrestri, non su Beemera, bensì su Marte e precipitata sulla sua superficie diverse migliaia di anni prima.

Le cose sulla Yamato, intanto, peggiorano di minuto in minuto. Le intenzioni dei dissidenti sono chiare: abbandonare il viaggio verso Iscandar, fare dietro front, dirigere la nave verso il sistema solare e iniziare l'evacuazione del genere umano verso Beemera prima che la vita sulla Terra scompaia per sempre.
Facendo leva sui dubbi covati da Shima in seguito alle rivelazioni di Melda, Kaoru cerca di convincere il pilota della Yamato (chi più utile di lui?) affinché assecondi il loro piano e li riporti a casa. Shima finge di accettare le richieste dei sovversivi e decolla con l'astronave, ma è solo una tattica per prendere tempo.
nota. L’ammutinamento dell’equipaggio a bordo della Yamato avveniva anche nell’originale sceneggiatura del 1974, (poi soppressa), ma non a causa del piano Izumo, bensì dalle inquietudini dell’equipaggio, che a causa degli enormi ritardi, delle difficoltà incontrate durante il viaggio, insorge, chiedendo un cambiamento della leadership della plancia di comando. Chi allora avrebbe fomentato il fuoco della rivolta sarebbe stato nientemeno che il vecchio Tokugawa (Orion). L’ipotesi di tornare indietro e di trovare un altro pianeta dove vivere, avrebbe preso forma solo più tardi, mentre il capitano Avatar, ormai in coma, era prossimo alla morte.
nota 2 Di poca importanza e utilizzato solo come semplice ripiego è l’ammutinamento di Spargs/Yabu e di pochi altri avvenuto su Iscandar nell’episodio 25 della Serie 1 e che non aveva nulla a che vedere con i progetti originali stesi dalla produzione di allora.

Mentre gli ufficiali della plancia di comando sono tenuti sotto tiro dai rivoltosi, Yuki è accusata pubblicamente da Ito di essere nientemeno che Yurisha Iscandar e le sequestra il misterioso dispositivo che porta con sè fin dall'inizio del viaggio.
Dopo innumerevoli guai, l'ammutinamento fallisce grazie a Toru, che in realtà era stato inviato in segreto dal comandante Todo per scoprire le identità dei possibili dissidenti contrari al "piano Yamato".
Il piano di Shima e di Toru funziona e grazie al tempestivo e coraggioso intervento di Yamamoto, la sommossa a bordo viene fermata.
Kaoru e i suoi complici finiscono in gattabuia.
La squadra esplorativa ritorna portando sull’astronave il nucleo a onde moventi ritrovato sul relitto della nave iscandariana.
Nel frattempo, i Guerrieri delle Stelle scoprono l'esistenza di un portale dimensionale sito su un asteroide che orbita attorno a Balan e che farebbe recuperare alla Yamato il ritardo accumulato, ma la sua attivazione presenta dei rischi.
Le cose sull’astronave si fanno ingestibili per la bella Yuki, che a causa della sua amnesia ha difficoltà di coesistenza con il resto dell’equipaggio, in quanto dopo la rivelazione di Ito, nessuno a bordo la ritiene più umana.

Il mistero è svelato: Yuki e Yurisha non sono la stessa persona!

Sanada risolve i problemi della ragazza raccontandole che l'anno precedente, lei era insieme a Yurisha quando sono cadute entrambe vittime dello stesso attentato, dove Yuki aveva perso la memoria, mentre Yurisha, caduta in coma, da allora non si era più ripresa.
Alla fine dell'episodio, Yuki raggiunge la camera del dispositivo di navigazione e vede con i propri occhi il segreto della Yamato: all'interno di una capsula è custodito il corpo tenuto in animazione sospesa di Yurisha collegato al computer di navigazione della nave!
Scopriamo finalmente che Yuki (Nova) è perfettamente umana.
Ma per quale motivo il corpo di Yurisha è stato, per così dire, riposto accanto al computer di navigazione? E’ plausibile credere che la principessa non abbia mai avuto l’opportunità, forse proprio a causa dell’attentato, di indicare la posizione esatta per Iscandar, quindi, poiché solo lei conosce la rotta per giungere fino al pianeta, l’unica soluzione trovata dall’EDF è stata quella di connettere la mente di Yurisha al computer di bordo della Yamato.

La mappa del viaggio fino a Iscandar

Nessuno, né sulla Terra, né sulla Yamato, conosce la rotta per la Grande Nube di Magellano, ma la cosa è stata tenuta nascosta probabilmente per non far sapere all'equipaggio che sta navigando quasi alla cieca.
Chiariti tutti i dubbi sulla vera identità di Yuki e resi inoffensivi i sovversivi, l’astronave riprende il suo viaggio.
Mentre scorrono i flashback del loro passato, scopriamo, ma si sapeva già, che Sanada, Kaoru e Mamoru Kodai erano amici e compagni di studi... in particolare Mamoru e Kaoru, avevano una storia d'amore.

Sanada, Kodai e Yuki, intanto, cercano di attivare il gate dimensionale e scoprono che Balan ha due portali, uno collegato con la Via Lattea e l'altro con la Nube di Magellano: passare per il secondo portale significa arrivare vicini alla meta.
Sanada, Kodai e Yuki giungono sino al satellite per riattivare il portale, ma nel tentativo, il primo ufficiale della Yamato rischia la vita, alla fine, però, riesce nell'intento e salva la pelle.
nota. Questo episodio è una versione 2013 del precedente della Serie 1, (le onde magnetron) dove Sanada, oggi come allora, rischia la vita per permettere alla Yamato di proseguire il suo viaggio.
La Yamato, intanto, sta per prepararsi a penetrare nel gate, ma trova la Zergut II (l’ammiraglia di Zoellik) al comando di 10.000 astronavi gamilonesi pronti a frapporsi tra lei e Balan.
Per raggiungere il portale, l’astronave è costretta a passare in mezzo alla flotta e così Okita decide di affrontare il nemico rischiando il tutto per tutto.
Dando fondo a tutte le proprie armi, la Yamato si butta nella mischia e riesce a superare lo sbarramento nemico, e sparando un colpo di cannone a onde moventi direttamente al nucleo di Balan, riesce a destabilizzare il pianeta, distruggere la base gamilonese e fuggire attraverso il portale.
….E per concludere in bellezza preparatevi ad un colpo di scena!
Nel bel mezzo dello scontro, un redivivo Dessler fa la sua comparsa in tutti i pannelli video della flotta, con grande sconcerto di Zoellik!
Il Supremo sospettava già da tempo che qualcuno attentasse alla sua vita, così ha inviato sulla sua Deusler I un sosia, mentre lui al sicuro sul sottomarino di Frakken, restava in attesa di sviluppi.

La brillante ascesa al potere di Zoellik finisce quando Goer (Volgar) lo uccide sparandogli alle spalle (su ordine di chi?)
nota. Anche in quest’episodio di Yamato 2199 rivive parte di quella sceneggiatura che nel 1974 è stata soppressa a causa del basso indice di gradimento.
Colui che allora avrebbe guidato la cospirazione ai danni di Dessler era il generale Hiss. (Kript nel doppiaggio di Star Blazers) che desideroso di svincolarsi dai suoi nemici, Domel per primo, lo aveva accusato, oggi come allora, di essere l'autore della cospirazione, una volta sbarazzatosene, essere poi libero di governare indisturbato l’Impero di Gamilas.
Zoellik, invece, profondamente intollerante e fanatico, attua il suo piano sia per realizzare un insano sogno di potere, sia per evitare che le razze impure si mescolino con quella gamilonese contaminandola.
La tattica di Dessler per smascherare l’autore del complotto ai suoi danni è stata semplice e geniale: trovare un nascondiglio perfetto nel quale mettersi al sicuro (chi l’avrebbe mai trovato nel subspazio?) rendere pubblica la notizia della sua morte e nel frattempo lasciare campo libero all’usurpatore affinché questi uscisse allo scoperto.
Grazie a Zaira Diana per le segnalazioni, per la traduzione dall'inglese e per la collaborazione alla stesura di questa parte del post.


 



A Proposito di Porte Spaziali e Pianeti Artificiali..






1) Che cos’è una porta dimensionale?
Un portale dimensionale è la straordinaria apertura nello spazio o nel tempo che connette i viaggiatori a pianeti o a galassie lontane.
Un portale è una scorciatoia, una guida, una porta verso l'ignoto. I varchi o porte, sono in genere situati a poche decine di migliaia di chilometri dal pianeta (..in questo caso da Balan..), dove il campo geomagnetico incontra il vento solare.
Aperti e chiusi decine di volte al giorno, essi si connettono al campo magnetico di una stella, (in questo caso con quella del sistema solare di Sanzar), creando un percorso ininterrotto che conduce dalla Via Lattea, vale a dire da Balan verso l'atmosfera del Sole di Iscandar e del vicino Gamilas.
La maggior parte dei portali sono piccoli e di breve durata, invisibili, instabili e sfuggenti, tonnellate di particelle energetiche possono fluire attraverso le aperture, riscaldando l'atmosfera superiore del pianeta, (ecco perché pericolosi per la Yamato) scatenando tempeste geomagnetiche. 
Per Nassim Haramein, storico e ricercatore scientifico multidisciplinare, anche le cosiddette macchie solari visibili sul nostro Sole sarebbero “finestre” spazio temporali. A quanto pare, chi desiderasse un accesso avanzato nel nostro sistema solare, può farlo attraverso lo STARGATE del nostro Sole.

2) In questo episodio scopriamo anche che Balan è un pianeta artificiale (probabilmente costruito dagli antichi akeriani) tenuto insieme grazie ad un "nucleo".
La creazione di pianeti artificiali da parte di civiltà particolarmente evolute e dotate di tecnologia avanzata è un tema ricorrente nella fantascienza, sia letteraria, sia cinematografica (dalle opere di Asimov, a Star Wars e Stargate).
Simili megastrutture sono dotate di enormi vantaggi rispetto ai pianeti naturali, essi permettono un uso efficiente dell'energia solare e forniscono un immenso spazio abitabile.
Nelle opere di fantascienza i pianeti artificiali sono un simbolo di immenso potere, e spesso sono presentati come opera della tecnologia di un impero galattico oppure come resti di antiche civiltà avanzatissime sotto il profilo tecnologico.





Per Concludere..



Eccoci, quindi, alla fine dell’episodio 18 (finale che ricorda molto quello del terzo OAV di Yamato 2520). La corazzata terrestre è penetrata all’interno del gate di Balan.


L'astronave raggiunge così la Grande Nube Magellanica, ma quale dei due pianeti incontrerà prima sulla sua strada? Gamilas o Iscandar?
Non lo sapremo fino al 15 di Giugno quando in Giappone uscirà il sesto e penultimo capitolo di questo incredibile remake.
..E ancora…
Quali altre sorprese attendono la Yamato prima della conclusione?
Il piano per eliminare Dessler è fallito davvero o il vero mandante è ancora a piede libero?
Gamilas concorderà davvero con la Yamato un cessate il fuoco prima della conclusione della serie?
Il capitano Avatar/Okita riuscirà a riportare a casa il suo equipaggio come nella prima serie tv o morirà su Iscandar come nell’inedito (e quasi sconosciuto ai fan) adattamento del 1974 dal quale questo remake sembra attingere a piene mani?
Aspettate e lo saprete!
Alla prossima!



Trailer del Sesto film di Yamato 2199 nelle Sale dal 15 Giugno 2013




Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Yamato: Vota la tua produzione preferita.

Vota questo blog

classifiche

Riconoscimenti

In classifica
Pagine dal 06 Marzo 2010



Il numero massimo di utenti collegati in un giorno è stato di 96 il 03/02/2011.
Il numero massimo di pagine visitate in un giorno è stato di 406 il 21/07/2012.
Immagini totali visitate 55168.