Dedicato alla memoria di Yoshinobu Nishizaki

Yamato 2199. Maggio 2013














Ginga henkyo no kobo (Battaglia al confine della galassia) che racchiude gli episodi dall’11 al 14 ha concluso il suo giro nelle sale cinematografiche alla fine di gennaio.
Dopo la prima TV del 7 aprile, le vendite di questo capitolo n 4 di Yamato 2199 sono tornate a salire nella top ten delle vendite nella classifica dei Blu-Ray raggiungendo nella totalità delle 8 settimane dal suo rilascio, un numero pari a 24.836 copie.
Tra la metà di gennaio e la fine di marzo, il distributore giapponese Shochiku rende disponibile 2 versioni molto simili tra loro del trailer ufficiale del quinto film. Differentemente dal primo trailer, il secondo comprendeva tutte le scene della versione precedente con ulteriori suggerimenti inerenti gli intrighi presenti sia nella parte gamilonese quanto in quella terrestre.
Il 28 marzo Bandai Channel e il sito di Hikari TV rilasciano poi l'anteprima di 9 minuti della prima parte del film, ovvero dell’episodio 15.
L'arrivo del capitolo 5 il 13 aprile (del quale parleremo ampliamente nel prossimo aggiornamento) ha portato nuove date e ulteriori conferme in merito alla conclusione del passaggio cinematografio dei restanti 2 capitoli, il 6 e 7. 
Alcune fonti, intanto, affermano che il titolo è pronto per la sua distribuzione estera e che assumerà (come tutti immaginavamo) il nome di "Star Blazers 2199" anche se non è ancora stato specificato quando e dove sarà disponibile, né in quali lingue.



Le foto dei 2 manifesti (foto ai lati della pagina) riportano fedelmente le date di uscita nelle sale: rispettivamente per il 15 giugno e 24 agosto.
Il sesto lungometraggio sarà disponibile in Blu-Ray e DVD dal 26 luglio mentre il setimo, dal 25 settembre.
I soliti tre mesi di divario tra i vari film è stato ridotto a due, il che significa che il rilascio delle pellicole nei cinema finirà, ovviamente, prima della fine della trasmissione in TV.
Sempre alla fine di Marzo la produzione annuncia l’aggiunta di 2 cd all’elenco del già nutrito catalogo dei CD dedicati a Yamato.
Il primo è una suite dal vivo diretto da Akira Miyagawa, il secondo è un singolo, la canzone si intitola. "la luce dei ricordi" cantata da KOKIA e già utilizzata come sigla finale del film n 4. (della quale potete ascoltare la canzone e leggere il testo nel video sottostante).
Il CD contiene sia la versione cantata che la base strumentale.







                                                    Testo della canzone in Romanji:
Shinjite iru Mirai dake ga 1 tsu no kotaena no ka... Daremo shiranai
Kioku dake wa Shinjitsu o Utsushidasou to sono mune o Tataku no
Wasurenai yõ ni... Hoshi no kazu hodo mo aru
Omoide no rasen o koeta saki Hikari kagayaku naka ni mieru mono ga arudesho
Kioku no hikari


Owari no nai Risõ kakage
Yami wa hikari o yõ wa in o Sagasu no
Itami o shiru Hito wa shitteru
Dareka o aisuru koto dake ga Mirai o
Tsunaide yukuto Hoshi no kazu hodo mo aru
Meguri ai no rasen o koeta saki
Hikari kagayaku naka ni Mieru mono ga arudesho Kioku no hikari









Dati di Ascolto  TV di Aprile






Come annunciato nel precedente post di Febbraio-Marzo, il primo episodio di Yamato 2199 è stato trasmesso domenica 7 Aprile alle ore 17.00.
Le osservazioni dei dati di ascolto, confermano che il primo episodio ha conseguito un punteggio medio “relativamente elevato” del 5,7% nella regione del Kanto e un 5,9% nella zona di Kansai di Osaka.
nota. Sebbene si definiscano “relativamente alti”, i dati di ascolto non sono in realtà poi così eccelsi.
È bene ricordare che la prima trasmissione tv della serie classica nel 1974 si era attestata pressappoco sugli stessi livelli, e per quanto alla MBS si dicano entusiasti dei risultati, ricordiamo che il 5,9% (ovvero la porzione del Paese con il risultato migliore) è rilevato solo nella zona di Kansai e non è quello di tutto il Giappone..ad ogni modo,un portavoce di MBS ha confermato che la fascia più elevata degli spettatori sono stati quelli di età compresa (..e ti pareva..) tra 35-49 anni, seguiti dalla fascia dai 20-34 e dai bambini dai 4 ai 12 anni (..anche se non so cosa possa capirne un bimbo di 4 anni di Yamato..)


È importante ancora sottolineare che quando la trasmissione TV era stata annunciata per il 7 aprile, tutti si chiedevano se la serie ad un certo punto sarebbe stata sospesa per consentire ai restanti 2 capitoli, di terminare il loro giro nelle sale cinematografiche del Giappone, o se avrebbe continuato la sua corsa includendo anche i rimanenti ep del cap 7, ma come già annunciato in precedenza, le ultime 2 proiezioni si svolgeranno regolarmente nei cinema 15 giugno e 24 agosto, quindi in tempo per fare in modo che la serie non venga sospesa.

Sempre parlando della tv, ricorderete che le versioni  delle sigle di Yamato 2199, varieranno sensibilmente da quelle “ufficiali” rilasciate in precedenza nelle sale cinematografiche e dalle prossime repliche in tv, infatti, il progetto che riguarda l’importante raccolta di fondi a favore delle aree colpite dal terremoto e dallo tsunami del marzo 2011 è ufficialmente iniziato proprio con il lancio della serie in tv.

I primi big della canzone ad aver dato il via al progetto con la loro versione del tema di Uchuu Senkan Yamato già udibile dal primo episodio  sono stati i: JAM Project, seguiti poi da Shoko Nakagawa e dal grandissimo Isao Sasaki.
Altre leggende come Ichiro Mizuki e Mitsuko Horie, invece, si avvicenderanno con le loro versioni nelle prossime settimane.
Il CD che raccoglie le trasposizioni alternative è disponibile proprio da oggi 1 maggio nei negozi giapponesi.
Altro nome di coloro che si cimenteranno in questa idea è quello di Mika Nakashima che rilascerà il suo singolo il 22 maggio, e non è tutto, a quanto sembra anche alcuni dei doppiatori della serie presteranno la loro voce per eseguire la sigla finale dell’anime.









Dove Eravamo Rimasti?







Nel precedente post di novembre abbiamo tracciato una linea sintetica degli episodi di Yamato 2199 che vanno dal n 3 al n 10, ovvero dal primo warp-test avvenuto su Marte all’arrivo di  Melda Ditz a bordo della Yamato.
Nell’ episodio 11, quindi, assistiamo come un fulmine a ciel sereno, all’inaspettato epico scontro che avviene nella piccola Nube di Magellano tra la  flotta del generale Domel/Lysis e la flotta dell’impero della cometa (e che permette a Lysis di guadagnarsi la famosa medaglia appuntatagli da Desslok nell’episodio 13 della Serie 1 e nel remake). Mentre sta ottenendo una vittoria schiacciante contro le navi del principe Zodar, a Domel/Lysis viene ordinato di ritornare su Gamilas. Il generale è seccato di dover abbandonare il campo di battaglia proprio all’apice della sua vittoria, ma l'ammiraglio Ditz, padre di Melda, gli spiega che il Supremo ha qualcosa in serbo per lui.

Sulla Yamato si scopre che il DNA gamilonese è identico a quello terrestre, quindi la sola cosa che differenzia i terrestri dai gamilonesi sarebbe solo il colore della pelle. Ed ecco finalmente che tutto ciò che non aveva senso nella vecchia produzione (come il tipo di aria da respirare, le bevande, il cibo etc..) qui trova, anche se tardivo, un senso.
La tensione a bordo si diffonde quando Melda Ditz accusa i terrestri di aver attaccato per primi la flotta di Gamilas scatenando così l’inizio delle ostilità. Sconcertato dalla rivelazione dell’ “ospite”  e spinto dai ricordi, Shima riguarda i cinegiornali relativi a quegli eventi.
nota. In questa puntata del remake, veniamo finalmente a conoscenza della data esatta dell’arrivo della flotta di Dessler nel sistema solare: 1 aprile 2191.  
Quel giorno l’EDF inviò una delegazione di 27 astronavi incontro alla flotta sconosciuta, ma i gamilonesi per nulla interessati al dialogo, distrussero l'incrociatore Murasame comandato dal padre di Shima, causando le prime vittime terrestri. Da qui, l’inizio delle ostilità.
Yamazaki, l’unico testimone sopravvissuto al primo contatto con i gamilonesi, decide di parlare con Shima e confermare in qualche modo quanto esposto da Melda.
L'ingegnere racconta che fu effettivamente il comando terrestre ad ordinare alla Murasame di sparare senza preavviso contro gli alieni nonostante le opposizioni di Okita (che nel frattempo era stato sollevato dal comando della flotta). 
Sconvolto dalle rivelazioni di Yamazaki, Shima cade nello sconforto, ma si rifiuta comunque di credere alla notizia.
La Yamato ora dirige verso un avamposto gamilonese dove far sbarcare Melda Ditz.  
Infastidita dalla decisione di Okita di liberare la “prigioniera”, Akira raggiunge Melda in cella, la libera, ma ha con lei un diverbio che termina in uno scontro a fuoco con i rispettivi astrocaccia, nel quale Yamamoto ha la peggio. Dimostrando la sua buona fede, Melda salva la ragazza da sicura morte riportandola poi a bordo. La figlia dell’ammiraglio Ditz alla fine ha la possibilità di far ritorno al suo piccolo reparto e infine a casa su Gamilas dove (per il momento) non rivelerà nulla di quanto scoperto a bordo dell’astronave terrestre.

Nell'episodio 12 gli ufficiali superiori della Yamato sono impegnati in una riunione.
Nel bel mezzo del meeting, Wildstar/Kodai e Venture/Shima hanno uno scontro verbale, Venture crede che Wildstar/Kodai si sia lasciato svigorire dalle bugie di Melda.
La lite termina con la punizione inflitta da Okita, che costringe entrambi a lavare ogni angolo della nave.
Kaoru Niimi, intanto, osserva con attenzione la scheda personale di Shima. Che sia in cerca di un alleato?
Su Gamilas, Dessler gioca a scacchi con qualcuno che non è presente nella stanza mentre è impegnato in una curiosa conversazione telefonica (con la stessa con cui sta giocando? Con Starsha? Probabile.. dal momento che dal suo palazzo, il Supremo osserva Iscandar).
La telefonata è poi interrotta da Celestera e da Gimleh. La donna avvisa che Domel/Lysis è ritornato su Gamilas. Gimleh ne approfitta per fare rapporto sui ribelli presenti all'interno dell'Impero, ma Dessler non è interessato e alzando la testa verso Iscandar, comunica loro d'aver scoperto dove è diretta la nave terrestre.

La cerimonia in onore di Domel ha inizio. Il generale riceve da Dessler la medaglia (che per fortuna in questo episodio non cambia forma e aspetto come nel ‘74…) e lo incarica di occuparsi della Yamato. Quella sera stessa, su un automobile diretta in una destinazione non meglio identificata, Domel, l’ammiraglio Ditz e il generale Talan (il più giovane dei fratelli) commentano la situazione politica, i casi di ribellione, la riunificazione in atto (con chi? Presto lo sapremo..) e i giochi di potere ben presenti tra i vertici militari di Gamilas quanto in quelli terrestri.
Più tardi, Domel scende dall’auto e si dirige verso un cimitero: ad attenderlo davanti ad una tomba, è la moglie Elisa (mai apparsa nella precedente Serie 1).
Mentre l’uomo la informa che sta per partire per la Via Lattea, scopriamo che nella tomba ci sono i loro 2 bambini morti in circostanze ancora da chiarire.
nota.Oltre alla moglie Elisa, nell’episodio ricompare anche il famoso uccello Roc Roc di Domel (che non è un omaggio a quello dal collo più sottile di capitan Harlock come molti pensano..) perchè appariva anche nell’episodio 18 della Serie 1 del 1974.

Sulla Yamato, Yuria sogna di trovarsi all'ospedale sulla Terra; lì vede Yuki a letto ricoverata, (forse vittima di un attacco estremistico).
Nel sogno la ragazza rivede anche il fantasma apparso nella sala del sistema di guida automatico della Yamato, ma non è la sola, anche un altro membro dell’equipaggio (e che abbiamo visto una sola volta nella Serie 1 nell’ep 10) riferisce di aver visto la strana presenza.
nota. In questo episodio, Yuria e Makoto dormono nella stessa stanza in un letto a castello. Questo però non vale per tutto il resto dell’equipaggio come nella serie classica dove ufficiali e sottufficiali dormivano insieme.
Nel remake gli ufficiali superiori hanno un loro alloggio privato (vedi quello di Sanada nell’episodio 9).
nota 2 Sebbene nel sogno Yuria sia vestita da infermiera, è bene ricordare che questa è solo una proiezione dell’inconscio della ragazza che si conforma al contenuto del sogno, quindi questo non significa necessariamente che Yuria sia stata un’infermiera in passato (anche se negli ep 5 e 6 presta il suo aiuto all’equipaggio ferito su Plutone).
Nel frattempo, Wildstar/Kodai e il capitano Avatar/Okita hanno modo di discutere su quanto sia o meno corretto obbedire agli ordini che si reputano sbagliati.
Mentre Shima torna in plancia di comando, la Yamato è colpita da un siluro. Dessler ha scatenato contro di lei sia il Lupo, sia il Mastino dello Spazio: Domel e Frakken.
Quasi come se rivolgesse i suoi pensieri a Starsha, Dessler rimugina: “Resta lì ed osserva il lupo che ho sguinzagliato mentre azzanna la sua preda".

Nell’episodio 13 Domel arriva su Balan per prendere il comando della gigantesca base gamilonese e rimpiazzare lo strampalato Goer (Volgar).
Nello stesso momento, la Yamato è intenta a sfuggire agli attacchi dei sottomarini sub-spaziali (o sub-dimensionali..come preferite..) del comandante Frakken.
Mentre la nave è nascosta in un campo di asteroidi, il capitano Okita è colto da un malore piuttosto serio; portato in infermeria, l’anziano capitano è sottoposto ad un delicato intervento chirurgico.     
nota. In questo episodio, a differenza di quello del 74, l’intervento chirurgico del capitano Okita si svolge in un soluzione liquida (..ovviamente senza il cappello in testa..)
Questa modifica della sceneggiatura originale, è stata stabilita durante lo sviluppo della storia in consultazione con un consulente medico della produzione.
Il comando della nave ora non passa a Wildstar/Kodai come i fan della vecchia serie si aspetterebbero, ma a Sanada, già nominato vice capitano della Yamato prima della partenza dalla Terra.
Convinto di far uscire la Yamato allo scoperto, Frakken finge di allontanarsi dal campo di battaglia.
Per nulla persuasa della ritirata del comandante gamilonese, Kaoru propone di usare il sonar per individuare eventuali navi nascoste. Sanada accetta, ma Kodai fa notare che utilizzando il sonar rischiano di farsi scoprire e propone, come alternativa, l'utilizzo delle boe da dispiegare nella zona adiacente con il Cosmogabbiano/Seagull.
Memore delle parole di Okita, Wildstar pensa che sia il caso di fare tesoro di quanto insegnato dall’anziano capitano, e vistosi alle strette, esce senza permesso con il Seagull per piazzare le boe. Con queste, la Yamato è in grado sia di fermare i siluri lanciati dal sommergibile, sia di distruggere il periscopio nemico.
A questo punto la nave terrestre approfitta della confusione per cambiare rotta e allontanarsi dalla zona pericolosa. 

nota.Come nell’episodio 17 della Serie 1 del ’74 (molto simile per certi versi a questo, salvo il fatto che l’equipaggio era intento a vedersela con il Balanodonte o Balanosauro e non con i sommergibili di Frakken..) Okita si risveglia dall'anestesia e apprende del gesto di Kodai, che avendo dato prova di coraggio e di di intuito strategico, è lodato da quest'ultimo e quindi non punito.
nota 2. Kaoru domanda a Sanada se aveva scartato il piano di Kodai per salvaguardare il ragazzo. (ovvero il fratello del suo amico) Sanada le domanda, a sua volta, cosa avrebbe fatto "lui" (Mamoru) in una situazione simile, Kaoru risponde che si sarebbe comportato esattamente come Kodai.


Balan, quello che una volta era definito il “pianeta senza sole”, (ora rivisto come un pianeta schiacciato ai poli e con un anello di asteroidi in orbita all'equatore) è l’importante punto di riferimento per il controllo di Gamilas nella galassia, era la dimora dell’antica civiltà Akerius, una civiltà leggendaria molto avanzata, ora scomparsa, ma che ha lasciato sul pianeta molti preziosi reperti (anche tecnologici).
Anche qui, come nella predente produzione, Dessler ha edificato una gigantesca base spaziale militare su quella che già anticamente era stata costruita dalla civiltà perduta. 
Nell’episodio 14, su Balan arrivano il primo ministro Celestera e la giovane Mirenel Linke. Una strategia del tutto nuova è pronta per essere messa in atto contro la Yamato!
Mentre Yuki e Kodai stanno per rientrare sull’astronave dopo aver effettutao una perlustrazione del settore in cui viaggia la Yamato, qualcosa di insolito è osservato dai membri dell’equipaggio rimasti a bordo: una strana nevicata è visibile dal ponte di comando e una musica melodiosa proveniente dallo spazio esterno sembra ipnotizzare l’equipaggio.
Avvicinatisi alla Yamato, Kodai e Yuki trovano la corazzata in rotazione su se stessa. Senza alcun motivo apparente, Yuria accede alla sala del computer di navigazione e trova quella che sembra una capsula o una bara, (forse la navetta di Yurisha? Vedremo..).
Risaliti a bordo, Kodai e Yuki trovano la plancia deserta.

Ad un tratto i motori si riavviano e la nave inizia a muoversi da sola come guidata dal pilota automatico. (l’avvio improvviso dell’astronave ricorda molto il precedente avvenuto in Battaglia Finale) I due ispezionano la nave per capire dove si stia dirigendo, quindi tentano di raggiungere la sala del computer di navigazione.
Durante lo spostamento, però, Yuki scompare, mentre Kodai, dopo aver visto una strana figura, inizia a sognare la sua famiglia. Yuki è ritrovata svenuta dalla stessa Misaki presso la sala del computer senza sapere come ci fosse finita. Ma non c’è tempo per le spiegazioni, il computer di bordo ha impostato un salto a curvatura (un balzo iperspaziale) che non si sa dove li condurrà.
Senza esitazioni, Yuki si dirige in sala macchine per disabilitare il conto alla rovescia e trova l’equipaggio in animazione sospesa.
Rimasta sola, Yuria appura che "sua sorella deve essere arrivata dal momento che questa nave è in funzione". Raggiunta la sala macchine, Yuki tenta di arrestare l’imminente warp, ma rimane vittima dei suoi stessi ricordi: l’incidente che l’aveva privata della memoria e il conseguente ricovero in ospedale.
Il conto alla rovescia sta per essere ripristinato, ma il tempestivo arrivo di Wildstar/Kodai, (scossosi nel frattempo dall’ipnosi di Mirenel) salva lei e intrappola l’aliena all’interno del motore, la cui accensione sembra ucciderla.
Alla fine dell’episodio, l'equipaggio della Yamato riprende il viaggio. Ma una cosa ci lascia perplessi: Yuria Misaki, davanti alla sala del computer principale, fa discorsi strani, come se un'altra entità avesse preso il controllo del suo corpo.


nota. Questo episodio, per la particolarità dello stile proposto, sembra scritto e sceneggiato da Hideaki Anno, qui, infatti, ritroviamo le atmosfere un po’atipiche di Evangelion (sebbene più comprensibili in questo contesto) sia negli adattamenti surreali degli avvenimenti, sia nel comportamento tenuto dai due protagonisti (i riferimenti alle paranoie tipiche di Shinji e compagni,qui si sprecano) in balìa di Mirenel.






Video Extra



Nel post di Gennaio-Febbraio 2012 avevo annunciato che Akira Miyagawa avrebbe scritto un inno nazionale identificativo e celebrativo dell'Impero di Gamilas. Ebbene il figlio del grande marestro Hiroshi Miyagawa ha mantenuto la promessa.
Ecco la versione cantata dell'inno (già udito nella sua versione strumentale a partire dall'episodio 8) comprensivo di Karaoke.


video

Aoki hana saku daichi   Kedakaki waga ko kÿo yo
Hibike kanki no uta  Kami no kago wa warera
Totomoni aritsuzuken  Gare! Gamilon!
Tataeyo, sokoku no shōri o!

Kedakaki wa shōri no ishi  Shimese amaneku uchū ni
Risō tsuranuku ai  Kami no kago wa warera
Totomoni aritsuzuken  Gare! Fuezeron !
Hokori aru hagane no kokka!






Merchandising e Gadgets







Dopo l’uscita dei Cosmo Zero Alpha 1 e 2 di Kodai e Yamamoto, a metà marzo, l’inarrestabile Bandai annuncia l’uscita del primo set di pezzi di astronavi della serie denominata: D, si tratta di un set di miniature comprensivo di navi gamilonesi e terrestri della lunghezza di circa 3,5 centimetri: si tratta della Yamato, della Kirishima, dei Cosmo Zero Alpha 1 e 2 e dei Destorias gamilonesi, mentre già un secondo set viene annunciato per la metà di aprile (e quindi già nei negozi) e che include lo Yukikaze di Mamoru kodai/Alex Wildstar e i Cosmo falcon.
In arrivo nel mese di marzo i nuovi modelli della navi gamilonesi, i prossimi kit in vendita sugli scaffali dei negozi, in scala 1/1000, sono le navi di classe Destoria, Kelkapia e Kripitera.
Inizialmente annunciata per il 31 marzo e poi messa in commercio con 2 settimane di anticipo sul previsto, è il modello Cosmo Zero Alpha 2 di Yamamoto, e come vi avevo annunciato nel precedente post, i due modelli di Susumu e di Akira sono simili tranne che per i colori.

L’uscita del kit del modello in scala 1/72 dei Cosmo Falcon dei piloti Shinohara e Kato, sono una novità che i fan di Yamato troveranno sugli scaffali dei negozi il prossimo settembre, così come troversnno le versioni in scala 1/1000 dell’ammiraglia del Generale Lysis: il Domelus III e della Meltoria.
Sempre per Bandai, il prossimo ottobre uscirà il modello del Sottomarino dimensionale UX-01 del capitano Frakkken.
Ma il pezzo più succoso di tutti è senza dubbio il bellissimo modello di Akira Yamamoto in versione Pilot Suit. in scala 1/8 di 21cm.
Questo bellissimo pezzo che solo 2 mesi fa era presentato ancora in versione grezza (e di cui potete ammirare qui una foto definitiva del modello colorato) realizzato dallo scultore Hiroman, è un prodotto MegaHouse e sarà messo in vendita in Giappone a partire dal prossimo Agosto, mentre per la sua distribuzione in Europa bisognerà attendere il prossimo mese di Settembre.
Il gioiellino è disponibile su prenotazione a 96,50 euro.    
Il pezzo è dotato del suo indispensabile casco per il pilota, e la sua particolarità, è quella di poter aggiungere, sostituendo il braccio sinistro in dotazione con un altro, la giacca dei piloti dei Cosmo Falcon.
In preparzione, intanto, in questi giorni è il modello di Yuria Misaki, (sempre per Hiroman e MegaHouse): ancora non disponibile la data di vendita.







Considerazioni




Arrivati a questo punto della storia, molti dubbi, nuove ipotesi e nuove perplessità sulla vera identità di Yuki si fanno sempre più pressanti. Qualcosa di più su questa intricata faccenda comincia ad emergere.


1) Yuria è l’unica ad essere stata chiamata nella sala computer mentre tutti gli altri sono stati “radunati” nella sala macchine. Perché? E da chi? (qualcosa o qualcuno si trova davvero lì, ma in che forma?)
nota. La scelta della produzione di far confluire l’equipaggio nella sala motori non è casuale, ma non è l’unica.
La sala motori, così come la sala mensa e la sala riunioni, è uno dei luoghi più estesi di tutta l’astronave in cui è possibile raggruppare un numero considerevole di persone.
Dopo le battaglie affrontate, il numero dei membri dell'equipaggio adesso è meno di 999, ma comunque ancora troppi essere raccolti in un unico luogo, quindi anche se nell’episodio non è stato mostrato, parte dell’equipaggio era comunque (per così dire..)  smistato o suddiviso tra la sala di osservazione e gli altri posti appena elencati, ovunque cioè vi fosse abbastanza spazio per ospitare un numero considerevole di persone.
2) Scomparsa dalla plancia,Yuki, si ritrova misteriosamente anche lei nello stesso posto di Yuria (chi l’ha portata li?): l’una potrebbe essere stata richiamata dalla mente di Yurishia, mentre l‘altra, essersi ritrovata lì solo per caso (ma non è ancora detto).
3) Yurishia ha bisogno di un corpo per muoversi all’interno della nave: quindi, una o anche tutte e due le ragazze, sono l’ospitante idonea (e/o momentanea) della principessa di Iscandar.
3) E' possibile che la mente di Yurishia fosse già da prima nel corpo di Misaki, ma dormiente al momento della partenza della nave dalla Terra?       
4) Improvvisamente Yuria o Yurishia si stupisce di trovarsi su un’astronave che dispone di un motore a dislocamento e ipotizza che sua sorella sia lì. A quale sorella si riferisce? Forse a Sasha che è riuscita nell’intento di portare da Iscandar il congegno per l’attivazione del motore a onde moventi? Ma se è così, Yurishia è all’oscuro della morte della sorella?
5) Yuria o Yurishia, afferma che "loro" stanno attendendo l’arrivo della nave: “loro” chi? Starsha su Iscandar e chi altri? I Gamilonesi?


Con questi nuovi interrogativi vi lascio fino ad un nuovo e, spero, più luminoso (e sgombro dai dubbi..) aggiornamento.
Alla Terra rimangono solo 298 giorni di vita!
Alla prossima!








Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Yamato: Vota la tua produzione preferita.

Vota questo blog

classifiche

Riconoscimenti

In classifica
Pagine dal 06 Marzo 2010



Il numero massimo di utenti collegati in un giorno è stato di 96 il 03/02/2011.
Il numero massimo di pagine visitate in un giorno è stato di 406 il 21/07/2012.
Immagini totali visitate 55168.