Dedicato alla memoria di Yoshinobu Nishizaki

Yamato 2199. Gennaio 2013















Come per i precedenti della serie, anche per il quarto film animato di Yamato 2199, il sito di Hikari TV e il Bandai Channel di YouTube in queste ultime settimane hanno offerto al pubblico il nuovo trailer di 2 minuti con le sequenze più succose della nuova pellicola e anche i primi dieci minuti di visione del primo episodio, tutto a sole due settimane prima della distribuzione nei cinema.
Space Battleship Yamato 2199 the Movie n 4Ginga henkyo no kobo (Battaglia al confine della galassia), come già annunciato nel post di Novembre, racchiude gli episodi dall'undici al quattordici.
Ginga henkyo no kobo sarà distribuito il 12 gennaio in 12 cinema selezionati del Giappone prima della pubblicazione in home video prevista per il 22 febbraio 2013, ma una limited edition in Blu-ray si potrà già acquistare con altri prodotti esclusivi all'anteprima del 11 gennaio presso il Shinjuku Piccadilly di Tokyo e il Namba Park Cinema di Osaka.
Mentre siamo in attesa di conoscere gli sviluppi che prenderà questo remake di Uchuu Senkan Yamato, parliamo ancora un po delle uscite musicali di questi ultimi mesi.
Come annunciato nel post precedente, il 7 novembre è uscito il primo cd di Yamato 2199 Original Soundtrack Volume 1 che contiene 46 brani della totalità che Akira Miyagawa ha composto e ri-arrangiato tra i suoi e quelli scritti da suo padre. Il rimanete sarà inserito nel Volume 2.

Il 21 Novembre esce finalmente il gustosissimo Volume 1 di YRA [Radio Yamato] con le registrazioni delle puntate di Radio Yamato trasmesse sulla rete internet radio Onsen in Giappone.
Come descritto brevemente nel post di Novembre, la trasmissione radiofonica è uno spettacolo di varietà settimanale con protagonisti e co-conduttori Aya Uchida e Cho, rispettivamente i doppiatori di Yuria Misaki e di Analyzer.
Il ruolo di Aya Uchida nel programma, è principalmente (ma non l’unico), quello che svolge nell’anime, ovvero di intrattenere l’equipaggio con un programma radiofonico ascoltabile da tutti gli altoparlanti dell’astronave.
Questo CD raccoglie i primi dieci episodi, ciascuno dei quali della durata di circa 6 minuti, in cui situazioni stravaganti e/o paradossali si susseguono l’una all’altra. Malauguratamente se non si comprende il giapponese è oltremodo difficile, se non impossibile, farsi un’idea di ciò che accade nella puntata (lo dico per esperienza personale).
CD ONSEN YRA Radio Yamato Vol.1 è venduto al prezzo di ¥ 3.000 (IVA incl.) circa 26 euri e ha una durata di 75min. Ecco i titoli dei 10 episodi.:
1. Tsuujou housou Usually
2. Watashi ni dekirukoto
3. Radio wo yarou!
4. Sennyuu daisakusen
5. Pilot ban wo tsukurou!
6. Knockin'On My door
7. Soshite watashi ni dekiru koto
8. Mail wo yomuyo!
9. Shokudou ni ikou!
10. Rumbling

Tra le due uscite in cd c’è stata anche una manifestazione dal vivo che merita attenzione: il 10 Novembre 2012 a Chiba all’Anfiteatro Maihama sono stati eseguiti 11 pezzi strumentali estratte dalla Serie 1 e da 2199, compreso il nuovo inno nazionale di Gamilas. A seguire è stata presentata in anteprima la proiezione del primo episodio del 4 film, in cui appare per la prima volta il generale Domel/Lysis.
Sasaki, già intervenuto nel corso dell'evento, ha concluso la manifestazione in bellezza eseguendo alcuni brani della serie: dalla sigla iniziale del cartone ad Arrivederci Yamato, dal Nuovo Viaggio a Per sempre etc..

 




’Shinjuku Piccadilly’ a Tokyo




Come per le precedenti due anteprime cinematografiche, anche quella del film n 3 avvenuta il 13 di ottobre è stata seguitissima, soprattutto nel momento in cui, fuori dallo Shinjuku Piccadilly Cinema si attendeva l’arrivo di alcuni protagonisti in carne e ossa dell’anime: l’onnipresente Yutaka Izubuchi e i doppiatori: Yousuke Akimoto (Kript/Hiss) e Kouichi Yamadera, che dal capitano Susumu Kodai passa in Yamato 2199 a doppiare Dessler (..da un estremo all’altro..) 
L’evento è stato accolto con entusiasmo dal pubblico sin dalla prima mattinata che ha affollato l’ingresso e la saletta in attesa di incontrare i doppiatori e il regista.
Ma cosa sappiamo esattamente di questo cinema dove periodicamente sono proiettati i film di Yamato 2199? Ecco cosa.
TOKYO:
E' il sogno segreto di tutti gli amanti del cinema guardare il film senza doversi preoccupare di un vicino troppo rumoroso. Per realizzare questo desiderio e unire il piacere del grande schermo alla privacy delle mura casalinghe servono centottanta euro: è quanto sarà possibile fare nel più grande cinema multisala di Tokyo, battezzato ’Shinjuku Piccadilly’considerato senza ombra di dubbio il cinema più lussuoso del mondo.
L’idea è quella di trasformare una sala cinematografica in una sorta di lounge, dove si viene assistiti da hostess gentilissime ancor prima che la proiezione abbia inizio.
E sempre prima del film in una saletta privata lo spettatore-ospite può scegliere tra un flute di champagne, un’acqua delle Fiji o un bicchiere di Brunello di Montalcino. Tanto poi lo spettacolo è assicurato. Poltrone reclinabili, suono perfetto e se si vuole anche la possibilità di vedere il film in un privé con la propria compagna.
Il complesso è situato nel quartiere centrale di Shinjuku, di giorno territorio dei «colletti bianchi» e al calar del sole frequentato centro di locali notturni e svaghi più o meno proibiti.
La struttura è in grado di ospitare 10 schermi e 2.237 spettatori. Di questi, nella sala più grande da 607 posti, solo due coppie di persone potranno godere delle due lussuose stanze private, le Platinum room, che permetteranno di assistere alla proiezione del film in tutta riservatezza e comfort, grazie a comodi divani e bevande esclusive come champagne e vino.
Per i meno abbienti, inoltre, è prevista una soluzione più economica, a scapito tuttavia della privacy totale, con 22 poltrone di produzione europea installate in platea, noleggiabili al prezzo di 5.000 yen (30 euro) a spettacolo.
Lo ’Shinjuku Piccadilly’ è uno dei cinema più famosi e antichi di Tokyo: costruito nel 1958, il palazzo che ospita le sale è stato chiuso nel 2006 per essere completamente ristrutturato, un’operazione costata sei miliardi di yen (36 milioni di euro).
Parte dell'articolo è stato estratto da: www.japanforever.it/



Nella sala riservata agli incontri, gli ospiti (come nelle altre due occasioni) hanno rilasciato dichiarazioni più o meno personali sul lavoro svolto in Yamato 2199 e risposto alle domande dei fan.
Yamadera in questa occasione ha dato il meglio di sé interpretando per il pubblico entusiasta la parte di Dessler salutando gli intervenuti in lingua gamilonese.
La scelta di far parlare gli antagonisti gamilonesi con un proprio idioma, ma che si pensava si sarebbe esaurito dopo i primi episodi, sembra che continuerà a far bella mostra di sé anche nei successivi episodi della saga (lo stesso Generale Domel parlerà ancora in gamilonese anche nel film n 4).
La bella trovata preparata da Yamadera e da Izubuchi  di presentarsi parlando in lingua aliena con cui salutare i fan, è stata poi sostituita da Yamadera stesso quando poi ha salutato in un più comprensibile giapponese il pubblico che avrebbe sicuramente compreso meglio le sue parole.
Izubuchi ha pubblicamente elogiato Yamadera.. (ma forse ha elogiato più se stesso in merito alla scelta dei doppiatori…) per l’ottima interpretazione che Kouichi è riuscito a infondere al nuovo Dessler di Yamato 2199.
Yamadera ha risposto anche ad alcune domande sulla sua interpretazione di Dessler. Un interrogativo che tutti si sono posti è: perché Dessler non è più doppiato da Masato Ibu?

A questa domanda ha riposto Izubuchi stesso affermando che questa volta Dessler sarebbe stato più giovane rispetto a quello più maturo della serie classica. Per Izubuchi, quindi, Yamadera era l'unica persona (scelta da lui) adatta ad interpretare il ruolo.
Un aneddoto gustoso lo racconta proprio Yamadera quando ricorda che la sua prima interpretazione di Dessler l'ha eseguita mentre il Supremo usciva dalla “vasca da bagno”
Alla domanda: Come è stato doppiare Dessler mentre esce dal bagno? Yamadera ha risposto: “Beh, non è che c'ero proprio io nella vasca da bagno!” Tanto è bastato per  scatenare l’ilarità e l’entusiasmo del pubblico presente nella saletta.
Terminato il meeting con i grandi dell’anime, (molto presto, Yamadera era di corsa…) il pubblico si è recato ad assistere alla proiezione del 3 film, che ricordo, è composto dagli episodi 7/10.
Al termine dell'incontro, chi cercava di fare il furbo e uscire dal cinema senza aver visto il film ma a limitarsi a comperare elusivamente il Blu-ray senza prima aver fatto una capatina in sala, si è sentito rispondere che l’acquisto del supporto era consentito solamente a chi avesse presentato alla cassa il biglietto con la conferma dell’avvenuta visione della pellicola. (mica scemi in Giappone, come dire: "prima compri il biglietto e guardi il film, poi acquisti il Blu-ray!"..)

Quindi, solo chi ha seguito le giuste procedure per accaparrarsi il Blu-ray in anteprima il giorno di apertura (ovvero per chi ha visto prima il film in sala..) ha potuto portare a casa un disco contenente gli episodi dal 7-10 con sottotitoli in inglese.
Le caratteristiche bonus di questo volume sono un commento audio per l'episodio 9, un incontro con il grande Isao Sasaki e un video del Capitolo 1. L'altro grande vantaggio, che contraddistingue l’edizione Blu-ray in anteprima da quella ufficiale del 22 novembre, è il libricino storyboard di 132-pagine che copre l’Episodio 10 e con un altro di 12 pagine, si tratta di una mini-guida al capitolo 3.
L’unica cosa che si poteva ritirare gratuitamente presso il teatro erano due volantini, uno per capitolo 4 in programmazione dal 12 di questo mese e l'altro per la cerimonia musicale di Yamato che era in programma per il successivo mese di Novembre.
Nella prima settimana di vendita, il film n 3 di Yamato 2199, tra il 22 e il 29 Novembre, si è piazzato subito al secondo posto nella classifica dell’home video giapponese più venduto con 19.851 supporti distribuiti. Nella seconda metà di Dicembre è sceso all'ottavo posto con vendite settimanali di circa 550 copie arrivando ad un totale (per adesso) di 22.752.






Anteprima del film n 5 di Aprile







Cover del DVD del 5 film in uscita ad Aprile
Ed eccoci un pò in anticipo a parlare del film n 5 di Yamato 2199.
Mentre in Giappone fervono i preparativi per il rilascio nelle sale del quarto film, il sito web di Yamato 2199  ha rivelato la trama del quinto lungometraggio (che racchiude gli episodi dal 15 al 18) che verrà distribuito al cinema dal prossimo 14 Aprile e in DvD e Blu-ray dal 28 Maggio.

La trama.
Dopo aver polverizzato il continente galleggiante, lasciato il sistema solare, distrutto la base su Plutone, passata indenne attraverso le infuocate lingue di Gliese 851, uscita dal mar dei sargassi e liberatasi dai sommergibili del comandante Frakken, la Yamato continua il suo viaggio addentrandosi in pieno territorio gamilonese avvicinandosi sempre di più alle fauci dell’astutissimo generale Domel.
Ora l’astronave fa rotta verso Balan, il pianeta che si trova a metà strada tra la Terra e Iscandar.
Mentre la Yamato si dirige verso Balan, continua a subire gli attacchi del generale Domel/Lysis, a bordo intanto comincia a germogliare il seme della ribellione (esattamente come nel progetto originale del 1974 poi cancellato).
Nel tentativo di sfuggire ad una flotta di navi Gamilonesi, la Yamato effettua un balzo iperspaziale... peccato che finisca proprio nel bel mezzo della flotta del Lupo dello Spazio!! Si trattava infatti di una trappola del generale...
Usciti vivi per un pelo dallo scontro, i Guerrieri delle Stelle trovano rifugio su Beemla 4 (Beeland nell'edizione americana di Star Blazers) per rifornirsi. Proprio mentre Wildstar/Kodai è fuori in ricognizione, sulla Yamato l'equipaggio si ammutina, mettendo in pericolo il capitano Avatar/Okita e Sandor/Sanada
Nota. Il motivo dell’ammutinamento non è chiaro, si ipotizza che sia accaduto perché Beemera sembra un pianeta adatto alla colonizzazione.
Bloccata temporaneamente la sommossa (dico temporaneamente perché nella sceneggiatura originale l’ammutinamento avviene sul serio) l’equipaggio fa delle scoperte interessanti: il pianeta è stato in passato la sede di un'antica civiltà scomparsa che ha lasciato alcune rovine tra le quali un dispositivo in grado di far fare alla Yamato un unico balzo fino a Balan!!
Il tentativo riesce e i nostri eroi arrivano su Balan... solo per trovarsi davanti ad una flotta di 10.000 astronavi gamilonesi. Il problema è che bisogna passare di lì per raggiungere il Gate di Balan, il capitano Avatar decide di sfidare la sorte attaccando la flotta.

nota. A quanto pare, dopo il passaggio cinematografico e le uscite in home video, Yamato 2199 arriverà in TV ad Aprile sul circuito TBS alle ore 17 della domenica, sostituendo l’adattamento animato di Magi The Labyrinth of Magic.
(Grazie a Zaira Diana per le segnalazioni, per la collaborazione e per la traduzione dall'inglese).





Yamato 2199 in H-Dōjinshi






Se su altri siti fanno bella mostra i vari gadget di Yamato introdotti in questi mesi sul mercato nipponico, ovvero: magliette, orologi, poster, calendari, tazze, cartelle, astucci e via dicendo, (..io ne parlo poco, lo fanno di più gli altri…) io voglio, invece, soffermare la vostra attenzione su un argomento molto popolare sia in Giappone che all'estero, ma che è glissato un pò da tutti gli altri webmaster (..gli altri siti web sparsi per il mondo fanno finta che questo fenomeno non esista e tendono a evitarlo, io no poiché anche questo, come tutto, fa parte del pacchetto di ciò che viene prodotto).
Parliamo un pò dei Dōjinshi Hentai.
H-Dōjinshi si riferisce a un tipo di lavoro che spesso usa personaggi di manga, anime famosi (Yamato in questo caso…) reinterpretati e presentati in situazioni sessuali, ma anche in chiave umoristica, drammatica o alla ricerca di risvolti inediti nei rapporti dei personaggi. Si tratta di brevi fumetti autoconclusivi chiamati aniparo (contrazione di anime parody). Queste pubblicazioni avvengono sempre in bassa tiratura, per evitare eventuali dispute legali dovute al copyright.
La familiarità con un particolare personaggio di un anime, o l’attrazione e il coinvolgimento che si ha verso di esso, rende i dōjinshi (del o più titoli richiesti), di questo tipo molto più appetibili ai fans di un qualsiasi hentai con il quale non si ha alcuna familiarità.
Erroneamente si considerano i dōjinshi opere unicamente erotiche, ma in realtà attualmente questo termine in Giappone è diventato sinonimo di autoproduzioni di manga, videogiochi, cd musicali e gadgets.
Su Yamato ne sono state pubblicate in discreta quantità, (alcune le potete visionare nella sezione hentai del blog) molto poche se paragonate agli albi dedicati invece a Sailor Moon, a Evangelion, a Dragonball etc.
Il fenomeno ha cominciato ad interessare nuovamente Yamato dal momento in cui i primi settei dei nuovi personaggi femminili dell’anime sono apparsi in rete (quando ancora cioè, nulla di effettivo era stato ancora portato in animazione).
Da quando la serie di 2199 è iniziata, non si contano più le fanzine, umoristiche ed hentai dedicate alla produzione. Moltissimo interesse, come dicevo prima, è stato riversato sui nuovi personaggi femminili della serie, soprattutto su Akira Yamamoto, che a quanto pare (parole dello staff) sarebbe diventata la vera nuova star di Yamato 2199 e di Makoto Harada.

Tra le più famose e facili da reperire in rete segnaliamo:
-Cabaret Yamato di Rei Nakajima
-YAMATO GIRLS Soukangou  di Iota Miura
-Rikudou Juku Juku Hou di Koush Rikudoui e Rin Hitotose
-F 75 di Takushi Fukada
-Kokuren Uchuu Guntaiin Boshuu Chuu! di Hechi
-Nen no Niimi Kaoru  di Shuusaku Chiba
-YOMOYAMA di Suika Natsuno
I prezzi sul mercato giapponese possono variare dall'equivalente di 1 € fino a diverse centinaia di euro, tipicamente sono compresi tra 200 e 400 yen (circa 1,50 - 3,00 €).
Una singola dōjinshi tipicamente può essere venduta a un prezzo compreso tra 5 e 20 €, ma i pezzi più cari possono arrivare anche alle centinaia di euro.
Molti piccoli siti web offrono dōjinshi in vendita. Possono essere un buon posto per vedere buone scansioni di dōjinshi e farsi un'idea della qualità del lavoro, tuttavia se si è fortunati si riesce anche a scaricarli gratuitamente (basta avere un pò di pazienza, alla fine si riesce a metterci le zampe sopra senza costi aggiuntivi all'abbonamento mensile ad internet).
Vale la pena infine di citare i siti di CG (contrazione di Computer graphics), meglio note al di fuori del Giappone come fanart. Si tratta di illustrazioni pubblicate on line da autori di dōjinshi, sia come esempio dei propri lavori sia come semplice esposizione personale.




Nel Video, il trailer promozionale del quarto film di Yamato 2199






Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Yamato: Vota la tua produzione preferita.

Vota questo blog

classifiche

Riconoscimenti

In classifica
Pagine dal 06 Marzo 2010



Il numero massimo di utenti collegati in un giorno è stato di 96 il 03/02/2011.
Il numero massimo di pagine visitate in un giorno è stato di 406 il 21/07/2012.
Immagini totali visitate 55168.