Dedicato alla memoria di Yoshinobu Nishizaki

Yamato 2199. Settembre 2012












Nel precedente post di Luglio vi avevo annunciato che non mi sarebbe stato possibile comunicarvi i risultati ottenuti al botteghino dal secondo film di montaggio di Yamato 2199, quello che racchiude gli episodi dal 3 al 6 in programmazione nei cinema tra il 30 Giugno e la metà di Luglio.
Le notizie che riguardano il lato finanziario del progetto arrivano con il contagocce dal Giappone, comunque  i dati di vendita dei dvd e dei Blu-ray rilevati nella seconda metà di Agosto confermano che il titolo è stabile al terzo posto nella classifica dell'Home Video e che i supporti distribuiti si aggirano attorno alle a 23.100 unità.
Sono in grado di diffondere anche qualche dato approssimativo sull'affluenza del pubblico nelle sale cinematografiche del Paese.
I rilevamenti effettuati nel primo fine settimana di apertura del film hanno mostrato un incremento di 2 milioni di yen rispetto agli incassi della prima “pellicola” del mese di Aprile, un evento che ha portato al titolo un profitto (in una settimana e in sole 10 sale) di 23 milioni di yen, circa 234.000 euro, quindi per usare un' espressione tutta italiana dico: "Niente male!"
Ma se i dati di rilevamento vendite scarseggiano, le opinioni dello staff e le relative interviste sul lavoro svolto fino ad ora invece abbondano.
Ci sono notizie anche in campo musicale.
Nei mesi che sono intercorsi tra le proiezioni del capitolo 1 e il capitolo 2 di Yamato 2199, Isao Sasaki è tornato a regalare ai fan storici della famosa corazzata spaziale, un compact disc nuovo di zecca nel quale sono stati incisi alcuni revival dei pezzi più famosi dell’anime.
Il primo cd singolo di Yamato 2199, infatti, esce sul mercato nipponico il 27 Aprile 2012, una settimana dopo il ritiro dalle sale del primo film di montaggio.
Il supporto musicale racchiude al suo interno 4 brani storici completamente rifatti:
-La sigla iniziale: Uchuu Senkan Yamato.
-The Rival: brano scritto nel 1978 per il film Arrivederci Yamato.
-La sigla finale: Makkana Sukafu – la sciarpa scarlatta.
-Remember Yamato. Dal film Il Nuovo Viaggio del 1979.
Sasaki non pensava che sarebbe stato scelto di nuovo per registrare la colonna sonora della nuova produzione, erano già 38 anni che l'artista non incideva altre versioni delle sigle dell’anime, (anche se in questi anni le sue apparizioni in spettacoli dal vivo sono state davvero numerosissime: trasmissioni tv, concerti etc), ed era convinto che per la versione 2012 del titolo avrebbero scelto un artista più giovane (vedi i Tokio nel 1994 per Yamato 2520 e gli Alfee nel 2009 per la Resurrezione) per reinterpretare i temi di apertura e chiusura degli episodi, e quando gli è stato comunicato che sarebbe stato di nuovo lui la voce “ufficiale” di Yamato ne era rimasto entusiasta.
Isao Sasaki

Il Primo CD singolo di
Yamato 2199
Sasaki è molto affezionato a Yamato, ha adorato la prima storica serie tv e ha apprezzato molto il fatto che la produzione avesse deciso di rinverdirne le atmosfere originali lasciandole così com’erano. (..vedremo che in realtà di cambiamenti ce ne sono stati eccome..).
“E’ stato come tornare indietro nel tempo” ha affermato il cantante quando ha assistito alla proiezione dell’anteprima  del film di montaggio mostrato a Febbraio.
“2199 è valido quanto l'originale perché coinvolge ancora una volta un soggetto e dei protagonisti adulti", un requisito importantissimo se consideriamo che ancora oggi (come allora..) una simile prerogativa è davvero difficile da trovare in un buon Anime televisivo.
La convinzione di Sasaki che 2199 sarà all’altezza dell’originale si è fortificata soprattutto quando ha appreso che per la nuova produzione sarebbe stata utilizzata nuovamente la musica del maestro Miyagawa:
"I brani di Hiroshi Miyagawa sono sempre stati meravigliosi e intensi, la differenza con le versioni del 2012 rispetto ai lavori precedenti è che il tempo di esecuzione di oggi è più lento, adeguato ai giorni nostri, non è una nota negativa perchè conferirà a tutta la nuova raccolta dei brani un clima più sereno".
Ascoltando le nuove versioni dei suoi pezzi invece, Sasaki afferma stupito che questa volta il suo timbro vocale e la sua intonazione (entrambe più mature a distanza di 38 anni) conferiscono al tema di apertura una profondità che donano un peso maggiore all'astronave.
Sasaki si aspetta molto da questo remake, lo considera una sorta di carta d'identità nazionale che racchiude in sè il pensiero e la sensibilità nipponica, si augura, quindi, che anche il pubblico occidentale possa presto vederlo in un'edizione internazionale (magari condensata in un film di montaggio di 2 ore di tutta la serie) perchè le atmosfere, le melodie e i messaggi contenuti in Yamato, fanno di questo Anime un capolavoro di sensibilità e romanticismo degne di essere conosciute da tutti.




Isao Sasaki in un' interpretazione del tema di apertura di Uchuu Senkan Yamato eseguita in occasione del Super Robots Spirits del 1999









 Izubuchi e Yuuki: Due Concetti Simili







 A sinistra Yuria Misaki, a destra Makoto Harada.
L'immagine è estratta dal numero di Settembre
della rivista giapponese "Megami" (Dee/Divinità)
Se pensate che le opinioni dello staff in merito alla realizzazione di Yamato 2199 collimino tra loro in modo omogeneo, ebbene, non vi siete sbagliati. Leggendo e rileggendo più volte le interviste rilasciate dai “veri” protagonisti della serie (regista, animatori, membri dello staff, etc) è possibile farsi un’idea di come ognuno di essi abbia una visione comune e un’idea chiara di quello che vuole raccontare nella nuova serie.
Mentre la maggior parte del pubblico occidentale si aspettava (..e desiderava inconsciamente..) che essa ricalcasse fedelmente le atmosfere della prima storica produzione, quello giapponese sembrava invece spinto verso la creazione di qualcosa di affine al lavoro precedente, ma nello stesso tempo indirizzato su qualcosa di diverso.
Izubuchi e Yuuki, rispettivamente regista e character design della serie, sembrano essersi accordati sin dall’inizio su una visione concorde e assolutamente identica di quello che volevano realizzare, entrambi, infatti, non considerano 2199 come una serie fotocopia della prima storica produzione, (ossia quella di un vecchio Anime che reputano, forse, qualcosa di morto che doveva assolutamente essere resuscitato e aggiornato se voleva essere riproposto al pubblico), ma qualcosa di assolutamente nuovo.
Entrambi hanno voluto fare di 2199 una versione di Yamato differente dall'originale, e sono partiti aggiornando subito il design dei personaggi in modo che corrispondesse alle esigenze di un pubblico di nuova generazione, quindi, una grafica ultra moderna, effetti speciali 3D spettacolari, una SF aggiornatissima che si integrasse perfettamente con le ultime nozioni di astronomia; insomma.. che entrasse perfettamente in sintonia con il pensiero del 21° secolo aggiungendo e ritoccando parte della sceneggiatura originale e renderla spesso anche inedita (ottimo metodo per non apparire ripetitivi e scontati).
Yuuki stesso conferma che ogni volta che parla di Yamato con qualcuno della generazione più giovane, emerge che questa la ricorda come un avvenimento lontano, sorpassato... una cosa alquanto bizzarra se consideriamo che le repliche delle 3 serie e dei film di Yamato, (al contrario di molte produzioni storiche dimenticate dalle tv nipponiche), continuano imperterrite (come in Italia) a imperversare nei canali tv, (l’ultima in Giappone proprio ad Aprile, mentre da noi è riproposta ancora oggi su varie emittenti locali) e le edizioni in Home Video si sussuguono sin dal 1989 (l’ultima in Blu-ray ad Agosto).
Altri invece, pur apprezzando la qualità dell’Anime lo additano come noioso..(i gusti son gusti..)


Memori delle opinioni rilasciate dal pubblico più giovane, il duo di Yamato 2199 (Izubuchi e Yuuki) vuole salvare il concetto originale della storia aggiornandolo (..stravolgendolo o camuffandolo..vedete voi..) per presentarlo in tutto il suo splendore alle nuove generazioni.
Ma sebbene si parli tanto di affidarsi completamente anima e corpo ai gusti dei più giovani per fare di Yamato 2199 un successo, è altrettanto vero che alla fine ci si raccomanda sempre alle tasche dei fan della vecchia guardia quando è il momento di parlare di guadagni, (..realtà scomoda ma vera..).
Nelle sue interviste, Nobuteru Yuuki dice che il cuore della Yamato originale non è stato modificato in 2199 e lo rimarca dichiarando (..cadendo forse nel paradosso..) che quanto afferma è dimostrato dalla numerosa presenza in sala per lo più dei fan "più vecchi"  (i primi, ma non gli unici, si spera, a sostentare economicamente la nuova serie).
Nota personale. Questa ostinata insistenza nel voler fare in modo che sia il pubblico più giovane ad interessarsi di Yamato sembra appartenere più alla mentalità di Nishizaki piuttosto che a quella di Yuuki, un modo di pensare da produttore, da venditore, non da disegnatore, proprio perchè quanto esposto, sembra rispecchiare chiaramente le preoccupazioni di un produttore, che non valuta il proprio lavoro basandosi soltanto sulle reazioni del momento o sul solo gusto dello spettatore, bensi su qualcosa che si vuole resti nel tempo, nella lunga scadenza, nel lontano futuro.
Probabilmente non sono più che altro gli incassi di oggi a preoccupare questa o le altre case di produzione di Anime, quanto quelli futuri. Una generazione si sussegue a un’altra, poi a un’altra ancora  e così via, è importante che l’interesse, la passione rivolte verso un Anime (e verso Yamato) siano in continuo ampliamento, che esso (l’Anime) possa contare su un ricambio generazionale cui appoggiarsi per poter continuare a vivere, a crescere (e a rinascere se necessario), quindi è vitale che questo interesse si tramandi nel tempo.
I giovani fan di oggi, quindi,  potrebbero rivelarsi i futuri acquirenti di domani, se Nishizaki non fosse stato mosso da questa convinzione già nel 1976, molto probabilmente l’interesse per Yamato sarebbe morto definitivamente dopo la fine della Serie 1.


Nobuteru Yuuki
Entusiasta del suo pensiero e del character design, Yuuki indirizza quindi il suo lavoro alle giovani generazioni e afferma serenamente che non si sente a disagio con i vecchi fan per questo, perché desidera che sia proprio la nuova generazione a giudicare per prima il nuovo lavoro (ma che purtroppo per lui non è ancora quella che incrementa il numero degli abbonamenti alle pay-tv che trasmettono Yamato sui loro canali).
Soddisfatto delle sue idee su 2199, Yuuki (..molto cortesemente..) indirizza, quindi, i fan più anziani alla visione della Resurrezione e del film dal vivo, quelli che, secondo lui, sono i lavori più adatti per loro.

Sebbene chi scrive concordi poco con le sue idee e con quelle di Izubuchi in merito a Yamato, (ma non l'ho mai nascosto..), devo ammettere senza ombra di dubbio, che il lavoro e il talento di Nobuteru Yuuki sono comunque straordinari, dalla sua matita sono nate nel tempo creature stupende come Deedlit di Record Lodoss Wars e figure sinuose come quelle di Makoto Harada e di Yuria “code di cavallo” Misaki, personaggio voluto da alcuni membri della produzione come il signor Morika, colui che apprezza i cosidetti (..per citare Zaira Diana) "capelli a forma di antenna tv", uno stile di capigliatura sicuramente un pò ambiguo, ma promosso ugualmente a stile definitivo per le acconciature di Makoto, Akira e Kaoru, mentre assurdo e geometricamente improponibile resta quello conferito a Wildstar/Kodai.
Fortunatamente invece per alcuni dei personaggi originali "anziani"come i capitani Avatar/Okita e Gideon/Hijikata, non c'è stato bisogno di apportare alcun tipo di cambiamento per una nuova generazione.






Yuria Misaki, Makoto Harada e altri..







Wildstar e Nova (Kodai e Yuki) sulla superficie di Encelado
nell'Episodio 4 di Yamato 2199
nota. Fino adesso abbiamo parlato di Character design, ma che cosa significa esattamente Character design?
Character design abbreviato anche in Chara design, è un'espressione inglese che significa letteralmente progettazione dei personaggi.
Il character design è quella parte del lavoro che consiste nello studio grafico e nella caratterizzazione, in parte anche psicologica, dei personaggi della storia creati dall'autore.
Il disegnatore che se ne occupa è generalmente indicato come character designer, locuzione traducibile come "disegnatore dei personaggi".
Tale professionista, attraverso una serie di prove grafiche dette model-sheet (settei in giapponese), è chiamato a dare ai personaggi il massimo dell'espressività con il minimo dei tratti: deve occuparsi, quindi, di fissarne la fisionomia, le proporzioni tra le varie parti del corpo, le principali espressioni, l'atteggiamento e la postura, la pettinatura, l'abbigliamento, fornendo così una sorta di guida di riferimento il più semplice possibile da riprodurre per gli animatori che dovranno farli "muovere".
Nell'ambito dell'animazione giapponese, tale figura professionale si è evoluta in maniera specifica ed autonoma grazie a personaggi come Yasuji Mori, i compianti Kazuo Komatsubara e Shingo Araki, e i bravissimi Yoshikazu Yasuhiko (Arion, Gundam, Crusher Joe), Yoshiyuki Sadamoto (Nadia, Evangelion) e il protagonista di questo post, Nobuteru Yuuki.

Ecco alcuni dei profili dei nuovi personaggi di Yamato 2199.
Nel post di Giugno abbiamo segnalato i nomi e le mansioni di alcuni dei veterani dell’equipaggio che sono stati nuovamnente inseriti nel remake della serie, ma oltre ai pluri-citati in tutti gli articoli del blog: Wildstar, Venture, Avatar, Orion, Sandor e tutti gli altri, abbiamo segnalato anche qualche nome dei nuovi personaggi come le graziose Makoto Harada, nuova super-sexy infermiera del dottor Sado e Yuria Misaki, la stuzzicante lolita con le due code di cavallo.
Yuria è DJ di Radio Yamato, ma soprattutto è una sensitiva dotata della capacità di vedere entità invisibili a occhio umano. (la prima che vedrà? Yurisha!)

Versione 2012 di Akira Yamamoto
(Hardy nella edizione di Star Blazers)
-Hiroki Shinohara è un nuovo pilota di Cosmo Tiger, ops.. pardon!! dei Cosmo Falcon! (qualcuno ha deciso che si chiameranno così…) . Dal momento che in 2199 Akira Yamamoto è stato “trasformato” in donna, si è pensato di creare un nuovo personaggio che ricoprisse il ruolo vacante di braccio destro per Kato. Chi ha buon occhio non potrà non accostare il suo character design a quello di uno dei piloti di robot Exstevalis e al figlio del presidente della Nergal nella serie Anime Corazzata robotica Nadesico.
-Shinya Itou. Ufficiale e capo della divisione della sicurezza dell’astronave era una figura assente nella serie classica (così come il suo reparto). La sua carica sembra provenire più dall’universo di Star Trek che da quello classico di Yamato.
-Toru Hoshina è un giovane maresciallo, è il braccio destro di Itou. Ha una piccola cotta per Yuria Misaki. Anche lui “già visto” in Nadesico, infatti è evidente è la sua somiglianza con Jun, vice comandante della bella Yurika Misumaru in Corazzata robotica Nadesico.
-Kaoru Niimi, è una psicologa, esperta in tattica aliena, si occupa di scienza e tecnologia. Ricorda in molti sensi la dottoressa Ritsuko Akagi di Neon Genesis Evangelion. La sua presenza a bordo della Yamato non è però una novità di 2199, un soggetto simile a questo era già stato immaginato come assistente per Sandor nella Serie III del 1980, poi soppresso.
-Miki Saijo è una ragazza di 20 anni, è un ufficiale del CIC, si occupa dei sensori e sostituisce Yuki durante le sue assenze.
-Tetsuya Kitano. Nella serie classica Kitano appariva per la prima volta nel Nuovo Viaggio, qui, in anticipo di 2 serie e di un film. Nel film de 1979 era un ufficiale ansioso e imbranato, in Yamato 2199 è un ufficiale della divisione tattica, sostituisce Wildstar/Kodai durante le sue assenze.
-Guardiamarina Hiroki Shinohara, pilota dei Cosmo Falcon, è il braccio destro di Kato, prendendo il ruolo che nel '74 era di Yamamoto.
-Nostromo Isami Enomoto, è stato istruttore di Wildstar all’accademia, è assegnato alla Sezione tecnica

Per il momento ci fermiamo qui, continueremo a esplorare il profilo dei nuovi personaggi di Yamato 2199 nei prossimi post.
Restate sintonizzati su questo blog.




Nel Video, il trailer promozionale del terzo film di Yamato 2199







Nessun commento:

Posta un commento

Yamato: Vota la tua produzione preferita.

Vota questo blog

classifiche

Riconoscimenti

In classifica
Pagine dal 06 Marzo 2010



Il numero massimo di utenti collegati in un giorno è stato di 96 il 03/02/2011.
Il numero massimo di pagine visitate in un giorno è stato di 406 il 21/07/2012.
Immagini totali visitate 55168.