Dedicato alla memoria di Yoshinobu Nishizaki

Il Doppiaggio Italiano













Il doppiaggio italiano di Star Blazers/Yamato risale al 1979/80, l’edizione delle serie I e II fu curata a Roma dalla cooperativa Sincrovox guidata da Rino Bolognesi. La cura dei dialoghi e della direzione del doppiaggio furono affidate a un giovane Giorgio Favretto cui spettò il compito di scegliere le voci più adatte a comporre il cast. Favretto si occupò di curare l’edizione di tutte e tre le serie, anche la terza che fu doppiata in seguito a Milano dalla Procida s.r.l con un cast completamente diverso dal primo.
Come per altre serie prima (e dopo di questa), lo scarno numero di doppiatori indusse gli attori, (modificando naturalmente il timbro vocale e il modo di recitare), a prestare la loro voce a più personaggi contemporaneamente.
Rino Bolognesi, infatti, oltre a rivestire il ruolo di narratore della storia, prestava la sua voce anche a Sandor (Sanada) e a Desslock. Rodolfo Bianchi oltre a doppiare Wildstar, ricopriva il ruolo del colonnello Bane, di Morta (Miru nella serie 2) così come Ettore Conti che nella prima serie doppiò il dottor Sane, il colonnello Gantz e il generale Volgar, mentre nella serie 2 gli toccò il comandante Todo, il generale Daire.
Anche lo stesso Favretto finì per rivestire più ruoli contemporaneamente; oltre a doversi occupare della direzione dei dialoghi, diventò anche il narratore della terza serie sostituendo il bravissimo Rino Bolognesi. Giorgio eseguì il doppiaggio di Mark Venture, del Generale Kript, del generale Dagon del maggiore Frawsky e del comandante Franken. Anna Rosa Garatti, ricoprì straordinariamente bene i ruoli di Starsha e di Trelena. Francesco Vairano diede la voce al generale Talan e al generale Stones.
Sonia Scotti si occupò di Nova (Yuki) e del fratello più piccolo di Mark Venture.

Gli attori presenti alla Sincrovox di Roma in quegli anni erano quanto di meglio offrisse il mercato del tempo. Straordinari attori di teatro e televisione come Ugo Bologna, (capitano Avatar) Anna Rosa Garatti ed Ettore Conti, si ritrovarono insieme per doppiare questa e molte altre serie di anime sbarcate in Italia in quel periodo, (per citarne qualcuna: Il fantastico mondo di Paul, Trider G7, Ken falco il superbolide, Gaiking, Fantaman, the Monkey, e molti telefilm tra cui i i famosissimi Love Boat, Batman, Megaloman, Fantasilandia etc) mentre voci nuove come Cristina Boraschi e Luca dal Fabbro muovevano i loro primi passi nel mondo del doppiaggio Italiano.
Nella Serie III non possiamo non citare invece voci straordinarie come Gabriele Carrara (Desslock) Paolo Turco (Derek Wildstar), la bellissima voce di Chiara Salerno (Nova) e la bravissima Cinzia de Carolis che oltre a dare la sua voce alla Regina Luda è ricordata dagli anime fan come la straordinaria voce di tantissime eroine del piccolo schermo: Lady Oscar, Bia, Maitel del Galaxy Express 999, Togenicha in Lulù, la stella della Senna ect etc.. Un ricordo affettuoso va alla straordinaria bravura di Ugo Bologna, a Ivano Staccioli (generale Lisys e il principe Zodar) ad Anna Rosa Garatti e Willy Moser scomparsi ormai da qualche tempo.





Di Seguito alcune note biografiche dei doppiatori di Star Blazers. fonte Wikipedia




UGO BOLOGNA. Figlio di un impiegato comunale e di una casalinga, dal 1936 si dedicò all'attività di insegnante elementare. Combatté nel corso della seconda guerra mondiale, rimanendo ferito nel 1941 nel bacino di Bomez. Verrà congedato solo alla fine del conflitto, e riceverà una medaglia di bronzo al valore militare.
Dopo aver abbandonato l'insegnamento nel 1950, cominciò a dedicarsi alla recitazione, collaborando con Isabella Riva, Fantasio Piccoli e Toni Barpi, grazie al quale esordì con un piccolo ruolo nel film Sul cammino dei giganti, (1962), di Angio Zane. Ha lavorato molto anche in televisione (da ricordare lo sceneggiato Il balordo, 1978, con Tino Buazzelli), ma soprattutto nel cinema, dove intraprende una carriera come caratterista in ruoli secondari come in Il secondo tragico Fantozzi, (1976), di Luciano Salce, in cui interpretava il capo-varo della turbonave dell'azienda, o in Fantozzi subisce ancora, (1986), di Neri Parenti, nel ruolo dell' "Ispettor degli ispettori" Corrado Maria Lobbiam. È stato molto attivo anche nel doppiaggio, fondando a Milano nel 1970 la società C.D.M. (Cooperativa Doppiatori Milanesi).
Sposato con l'attrice Ada Ruvidotti, è morto all'età di 80 anni a causa di un infarto.



RODOLFO BIANCHI. Attore di teatro e televisione, come doppiatore per il cinema ha vinto il premio per la miglior direzione del doppiaggio per il film The Departed - Il bene e il male. Ha prestato la voce per molti spot pubblicitari, sceneggiati televisivi e riduzioni per la radio; inoltre è sua la voce nei trailer dei film distribuiti dalla 20th Century Fox e dalla Mikado Film. Per il cinema ha doppiato attori come Gérard Depardieu nei film I tempi che cambiano, Per sesso o per amore?, La vie en rose, Tchéky Karyo in Nikita, Identità violate, La masseria delle allodole, James Caan in The Specialist, Jeremy Irons in Being Julia - La diva Julia, Eragon, INLAND EMPIRE - L'impero della mente, Harvey Keitel in Il cattivo tenente, Il mercante di pietre, William Hurt La peste, A History of Violence, Into the Wild - Nelle terre selvagge, Stellan Skarsgård in King Arthur, Pirati dei Caraibi: La maledizione del forziere fantasma e Pirati dei Caraibi: Ai confini del mondo, Ed Harris in The Rock, La macchia umana, Bruce Greenwood in Déjà Vu - Corsa contro il tempo, Il mistero delle pagine perdute, Steven Seagal in Mercenary - Mercenary for Justice.
Per la televisione ha prestato la voce al personaggio di John Locke in Lost, inoltre doppia Chuck Norris in Walker Texas Ranger, Robert Patrick in The Unit, Alan Dale in Ugly Betty, Peter Stormare in Prison Break, James Woods in Shark, James Remar in Dexter e il conte Dooku nel film d'animazione Star Wars: The Clone Wars. Nella serie televisiva L'incredibile Hulk per una parte degli episodi doppia Bill Bixby nel ruolo di David Banner. È la voce dell'ispettore Zenigata nell'anime Lupin III.
Negli anni sessanta ha recitato nel film per la televisione Vita col padre e con la madre, al fianco di Paolo Stoppa e Rina Morelli, e in altri romanzi sceneggiati. Nel 2008 ha interpretato il cortometraggio di Armando del Miele e Giordano Viozzi con Silvio Nanni.
Attualmente tiene corsi di doppiaggio presso l'Accademia Nazionale del Cinema di Bologna insieme al collega Massimo Giuliani.



RINO BOLOGNESI. Attore e doppiatore, nonchè artista dai molteplici interessi che spaziano dalla pittura alla scultura fino a sconfinare nella letteratura, dilettandosi a scrivere una sorta di Diario romanzato, dal titolo Un Itagliano Qualunque che ci regala uno spaccato della vita degli italiani durante l'immediato dopoguerra oppure una divertente rivisitazione dei testi sacri della Bibbia interpretati in modo scanzonato e irriverente come vuole la cultura popolare dell'antica Roma papalina. http://www.rinobolognesi.net/index.htm La sua voce è collegata a quella di Bruce Wayne, interpretato da Adam West nella serie televisiva Batman. Altro supereroe da lui doppiato è Hulk in L'incredibile Hulk. Un'altra serie da lui doppiata è Quelli della pallottola spuntata (1982); in seguito lavorerà come doppiatore anche nei film Una pallottola spuntata, Una pallottola spuntata 33⅓: l'insulto finale. Altri suoi lavori cinematografici comprendono La notte dei morti viventi (1968), I tre dell'Operazione Drago (1973), Nightmare: dal profondo della notte (1984), Hot Shots! (1991), Good Night, and Good Luck. (2005), Rocky Balboa (2006). Ha lavorato anche come attore in pochi film tra i quali Blue Jeans (1975).



SONIA SCOTTI. Attrice e doppiatrice italiana, nota per aver prestato la propria voce alle attrici Whoopi Goldberg, Glenn Close e Judi Dench nella maggior parte dei loro film.Nata in una famiglia di attori, composta da una madre cantante e dal fratello doppiatore Eugenio Marinelli, ha esordito come attrice nel 1951, all'età di cinque anni, nel film Bellissima, regia di Luchino Visconti, in cui si distingue cantando "Trieste mia". Già a questa età ha prestato la sua voce da bambina alla maggior parte dei film stranieri, tra cui I vitelloni (1953) e La strada (1954). Ha anche doppiato Rem (Death Note) nell'anime Death Note.
Ha trascorso numerosi anni col padre in Argentina, dove ha partecipato a vari spettacoli televisivi, intraprendendo inoltre la carriera da showgirl e da cantante di successo discografico. È la vedova del doppiatore Vittorio Amandola e ha due figli, Rachele Paolelli, attrice e doppiatrice anche lei e Mario Alessandro Paolelli, ingegnere e commediografo.



CINZIA DE CAROLIS. Attrice, doppiatrice e cantante italiana.
Esordisce giovanissima (a 8 anni) come attrice nello sceneggiato TV Anna dei miracoli.
Nel 1970 interpreta Irina Rokoff nel musicarello in costume Angeli senza paradiso accanto ad Al Bano, Romina Power e una ancor poco conosciuta Agostina Belli.
È Lori, la nipote di Franco Arnò (Karl Malden) nel film Il gatto a nove code (1971) di Dario Argento. Dopo aver interpretato alcuni film a carattere "forte" tra il 1972 e il 1979, interpeta la giovane vicina di casa di Norman Hopper (John Saxon). Sempre come attrice interpreta, fino all'inizio degli anni novanta vari film e sceneggiati televisivi non di particolare qualità.Nel frattempo intraprende la carriera di doppiatrice che con il tempo diventa la sua principale attività. La sua professione si estende anche a direttrice di doppiaggio ed adattamento dialoghi, ad esempio nella prima stagione di Sex and the City. Innumerevoli sono i suoi doppiaggi sia per il cinema che per la TV (tra cui serie di telefilm e di cartoni animati, per la quale è particolarmente amata e ricordata dai fan). Il ruolo che le ha dato enorme visibilità e riconoscibilità nel mondo dell'animazione è stato quello di Lady Oscar nell'omonimo anime, a cui sono seguite molte altre parti: Bia, Maysha di Galaxy Express 999; Lena di Belle e Sebastien; She-Ra, ecc. Fra le attrici da lei doppiate ci sono Madonna, Katherine Hepburn, Geena Davis, Rebecca De Mornay, Andie McDowell, Holly Hunter e Madeleine Stowe.Parallelamente alla sua carriera di attrice e doppiatrice, Cinzia De Carolis, intreprende anche una breve carriera di cantante. Tra il 1969 e il 1970 incide alcuni singoli per le Edizioni Paoline, sono queste canzoncine per bambini nel tipico stile della casa editrice apostolica. Del 1971 è il passaggio alla Produttoriassociati per la quale pubblica il singolo Compagno mio. Nel 1973, per la ERRE Records del paroliere Carlo Rossi, pubblica il suo singolo probabilmente più celebre: Papà non correre, grazioso brano pop dalle sonorità progressive.
Torna a registrare nel 1982 con il singolo Hobbysogno per la Hobby Records.



ANNAROSA GARATTI.Attiva nel teatro e nel cinema a partire dalla fine degli anni cinquanta, fu una delle più preparate caratteriste della sua generazione. Apparve in pochissimi film, (fra questi è il caso di ricordare Il medico della mutua, 1968, di Luigi Zampa), lasciando maggiore spazio ad una intensa attività come doppiatrice. Per la televisione è apparsa, nella parte della sig.na Cesira, la domesatica di casa Maralli, nello sceneggiato Il giornalino di Gian Burrasca, (1964), diretto da Lina Wertmuller e con Rita Pavone. Filmografia come doppiatrice [modifica] Marion Ramsey in Scuola di polizia. Kristie Transeau in Paulie, il pappagallo che parlava troppo. Margaret Rose Keil in Le prigioniere dell'isola del diavolo. Lauren Tewes in Love Boat. Charlotte Stewart in La casa nella prateria. Irene Ryan in The Beverly Hillbillies.
Yvonne Craig in Batman. Madoka Sugi in Megaloman. Ada Carrasco in Amalia Batista. Liliana Bernard in Andrea Celeste. Stella Inda in Principessa. Marma Teresa Rivas in Anche i ricchi piangono.


EUGENIO MARINELLI.Tra gli attori doppiati, John Goodman in Barton Fink - È successo a Hollywood, Gene Wilder in La signora in rosso, Tony Shalhoub in Paulie: il pappagallo che parlava troppo e nella serie tv Detective Monk, Ving Rhames in Pulp Fiction e Tom Savini in Dal tramonto all'alba. Inoltre ha doppiato il celebre attore inglese David Suchet nel serial televisivo Poirot (Agatha Christie's Poirot), prodotto in Gran Bretagna dal 1989 da Granada Television.


IVANO STACCIOLI è stato un attore e doppiatore italiano, attivo in cinema e televisione fra gli anni sessanta e gli anni novanta. Talvolta è stato accreditato con lo pseudonimo di John Heston.con una preparazione da teatro di prosa, è stato interprete di svariati b-movie, in tutto una sessantina di titoli fra film comici, storici, peplum e in costume, d'avventura, western, softcore, thriller, nazisploitation e poliziotteschi. Fra gli altri: I due figli di Ringo, Il lungo, il corto, il gatto, Vado... l'ammazzo e torno, Samoa, regina della giungla, Casa privata per le SS. A fianco di Franco Franchi e Ciccio Ingrassia è comparso anche nel film di montaggio del 1974 Franco e Ciccio superstars. Per la televisione di sceneggiati televisivi quali La Pisana del 1960, Le avventure di Laura Storm, del 1965, e Sorelle Materassi del 1972.
È stato anche un interprete radiofonico (Il padrone delle ferriere).
Ha avuto una breve esperienza come doppiatore dando voce a Yoshifumi Tajima in Watang! Nel favoloso impero dei mostri. Nel settore cartoni animati è stato la voce del Principe Zodar in Star Blazers.


Riassumendo...

Cast Prima e Seconda serie

Capitano Avatar: Ugo Bologna
Derek Wildstar: Rodolfo Bianchi
Mark Venture: Giorgio Favretto
Dott. Sane/Ganz/Volgar: Ettore Conti
Nova: Sonia Scotti
Regina Starsha/Trelena: Anna Rosa Garatti
Homer/Robot IQ9: Eugenio Marinelli
Desslock/Sandor/Narratore: Rino Bolognesi                                                                                                                                                                   Generale Lisys/Principe Zodar: Ivano Staccioli
Principessa Invidia: Cristina Boraschi / Gioietta Gentile
Generale Stones: Francesco Vairano


Cast Terza serie

Derek Wildstar/IQ9/Bemlaze: Paolo Turco
Mark Venture/Dagon/Franken/Frawsky: Giorgio Favretto
Alex Stardust: Luca Dal Fabbro
Dott. Sane: Willy Moser
Conan Wayne: Luciano Marchitiello
Nova: Chiara Salerno
Regina Luda: Cinzia De Carolis
Sandor: Giancarlo Padoan
Supremo Desslok: Gabriele Carrara
Voce Narrante: Giorgio Favretto
Selena: Daniela Caroli


Di seguito l'intervista rilasciata dai doppiatori di Star Blazers per la produzione GBG e Stormovie, questa stessa intervista è disponibile nel sesto DVD della Serie III di Star Blazers.








L'intervista è a cura di: Corrado Paganelli
Montaggio e riprese di: Flavio Sala






Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Yamato: Vota la tua produzione preferita.

Vota questo blog

classifiche

Riconoscimenti

In classifica
Pagine dal 06 Marzo 2010



Il numero massimo di utenti collegati in un giorno è stato di 96 il 03/02/2011.
Il numero massimo di pagine visitate in un giorno è stato di 406 il 21/07/2012.
Immagini totali visitate 55168.